Da quando la mia alimentazione a base di farinacei senza glutine è cambiata devo ammettere che una delle “preoccupazioni” più grandi è stata sempre relativa alla realizzazione di panificati e piccoli panificati come crackers, grissini, sfoglie di pane etc; sono molto golosa di questi prodotti e sapevo che in qualche modo mi sarebbero mancati.

Una delle prime cose che ho imparato è che, se non consumati immediatamente, i prodotti senza glutine vanno opportunamente conservati, ma comunque consumati in tempi brevi, perché la cosiddetta life shelf si riduce di molto rispetto ai prodotti tradizionali. Motivo per cui, a meno che non ne dobbiate produrre per lavoro in grandi quantità, affrontare per la produzione domestica piccole dosi è la strada giusta.

Producendo pochi pezzi, o quelli essenziali a soddisfare uno/due pasti vi permetterà di godere al meglio del prodotto finito che già il giorno dopo perde purtroppo di fragranza e consistenza.

Questi grissini che ho provato in due versioni ovvero, con farine naturali e con un mix pronto per pane, sono entrambe buone, ne sono sopravvissuti pochi pezzi per le foto.

Poche raccomandazioni se non quella di farli di spessore tutti simili in modo da garantire una cottura omogenea per tutti con un prodotto finito il più simile per ciascuno di loro.

Per circa 25/30 grissini versione con il mix per pane Fioreglut Caputo + versione con farine naturali

  • 200 g di mix per pane Fioreglut Caputo- oppure per il mix di farine naturali, (150 g di farina di riso+ 50 g di fecola di patate+60 g di farina di grano saraceno)
  • 60 g di farina di grano saraceno
  • 165 g di acqua / 140 g per la versione con farine naturali
  • 8 g di lievito di birra secco
  • 15 g di miele (io di eucalipto) /10 g di miele per la versione con farine naturali
  • 10 g di sale fino
  • 10 g di olio extravergine di oliva /45 g per la versione con farine naturali

Fate sciogliere in una ciotola con l’acqua il lievito e il miele. Versate i liquidi sulle farine, lavorate con le mani sino ad ottenere una palla omogenea. Incorporate per ultimi il sale e l’olio.

Formate una palla, copritela accuratamente e mettetela a lievitare in un luogo al riparo da correnti. Attendete il raddoppio, quindi sgonfiate l’impasto su di una spianatoia infarinata e iniziate ad “arrotolare” i vostri grissini.

Disponeteli man mano su di una teglia ricoperta di carta forno e infornate a 200°C per circa 15/20 minuti. I tempi di cottura dipendono molto dallo spessore dei vostri grissini.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: