Un cracker senza glutine realizzato stavolta con sole farine naturali. Si prepara in poco tempo, lo preparate la mattina, lo mettete a lievitare e nel frattempo avete tempo per mille altre cose. Dopo di che li formate, io li ho tagliati con un tarocco un po’come capitava, insomma senza preoccuparmi troppo della forma e via, il tempo che cuociano e poi vi sentirete solo voi in giro per la casa e il rumore del vostro sgranocchiare inesorabile.

Dal momento che è una ricetta da me inventata, ed essendo la sua prima versione, può indubbiamente essere migliorata, la propongo qui a voi perché è risultata piacevole, semplice da maneggiare, e infine, croccante, come un cracker deve essere. Quello che manca, vi avviso per correttezza, è la friabilità, altra caratteristica non da poco dei panificati croccanti.

Ci lavorerò e studierò un po’.. sperando di riuscire a capire dove stia l’errore, anche se credo che una prima riflessione e modifica possa essere fatta sul quantitativo d’acqua e quindi sul suo livello di idratazione. Ad ogni modo, sono buoni, e perciò meritano comunque di essere provati.

La mia raccomandazione è quella di stendere il più possibile la pasta, prima di ritagliare i triangolini, e, dal momento che vanno leggermente spennellati con l’olio prima della cottura, di non esagerare con l’olio, una spennellata veloce e via.

Per un 70ina di triangolini circa:

Crackers di riso e mais senza glutine

  • 113 g di farina di riso
  • 113 g di farina di mais fioretto
  • 3 g di lievito di birra secco senza glutine
  • 3 g di farina di bucce di psillio
  • 205 g di acqua
  • 8 g di sale
  • olio extravergine d’oliva q.b
  • semi di sesamo q.b
  • fleur de sel q.b

Fate sciogliere il lievito nell’acqua e quindi incominciate a inserire i liquidi negli ingredienti secchi che avete pesato in un’unica ciotola, a parte il sale.

Lavorate con le mani sino a d ottenere un impasto omogeneo, unite per ultimo il sale.

Mettete il panetto a lievitare in una ciotola nel forno con coperchio e lucina accesa. Trascorse due ore circa, riprendete l’impasto, rovesciatelo sulla spianatoia infarinata con farina di riso e iniziate a stenderlo con l’aiuto di un mattarello.

Ricavate a questo punto con l’aiuto di un tarocco o un coltello, i vostri triangolini.

Posizionateli su una teglia ricoperta di carta da forno, bucherellateli con i rebbi di una forchetta, spennellateli con poco olio extra vergine d’oliva e quindi completateli con i fiocchi di sale e i semi di sesamo.

Infornate in forno caldo a 200°C ventilato, per circa 10/13 minuti. Osservate sempre molto attentamente la cottura.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: