L’errore più grave che si possa fare è pensare che tutte le farine senza glutine siano uguali, o che, una singola farina possa adempiere da sola ai più svariati bisogni e necessità.

Come nel mondo delle farine glutinose però, ogni miscela o farina in purezza possiede caratteristiche indicative speciali per determinati tipi di preparazioni, partendo dalle torte sino a giungere ai panificati. Certo, i preparati per pizza e pane sono davvero comodi, non che poi possiedano chissà che stregoneria al loro interno.

In particolare le farine speciali per pane e pizza, possiedono un mix di addensanti naturali grazie ai quali è possibile ottenere risultati più o meno simili ai panificati glutinati, soprattutto per quel che riguarda la struttura e lo sviluppo del composto.

Addensanti come agar-agar o farina di bucce di psillio, farina di semi di carrube non solo sono innocui per la nostra salute, anzi, sono molto spesso ricchi in nutrienti utili e, nella maggior parte dei casi, sono completamente privi di sapore.

Oltre a questo fatto, comunque molto importante, è necessario specificare che non sarà mai sufficiente sostituire le farine classiche con farine senza glutine in purezza per aspettarci lo stesso risultato a cui siamo abituati, specialmente quando si parla di pane o pizza.

Quindi perché no? Utilizzare delle miscele all’interno delle quali è stato già sapientemente miscelato il giusto quantitativo di addensanti al fine di ottenere il risultato ottimale senza troppi sprechi non è altro che favoloso! E, ai miei occhi, è ancora più favoloso il fatto che, qualora mai un giorno potessi avere tempo a sufficienza so già che potrò creare le mie miscele personalizzate, insomma, pasticciare un po’, dosando farine diverse con addensanti differenti etc; Impresa ardua sicuramente, ma non impossibile 😉

Vi passo, per ora, questa ricetta che mi sento di condividere con voi perché mi è piaciuto come si è comportata sia in fase di preparazione, sia in fase di cottura. Zero strappi, ben elastica, bollicine, croccantina e soffice al morso, insomma golosa abbastanza da condividerla!

Panzerotti fritti senza glutine

Con queste dosi ho ottenuto 25 panzerotti utilizzando uno stampo da 14 cm per ritagliare le basi.

  • 200 g di farina Mix B Schar
  • 300 g di farina Mix Chef per pane e pizza Più Gusto con grano saraceno
  • 315g di acqua
  • 6 g di lievito di birra secco
  • 6 g di zucchero
  • 37 g di olio evo
  • 15 g di sale

Per la farcitura scegliete voi, vi posso consigliare il classico formaggio e prosciutto, delicato ma comunque gustoso.

Fate sciogliere il lievito nell’acqua insieme allo zucchero. In un’altra ciotola mettete la farina e versate sopra la miscela di acqua e lievito. Amalgamate tutti gli ingredienti dapprima con una forchetta, quindi usate le mani. Unite il sale per ultimo. Lavorate bene sino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.

Fate lievitare sino al raddoppio.

Trascorso questo tempo, infarinate appena la spianatoia, versate sopra l’impasto lievitato sgonfiatelo con le dita quindi dividetelo in 20 pezzi.

Stendete ciascun panetto con il mattarello, ritagliatelo con lo stampo da 14 cm e mettete da parte gli scarti.

Con un pennellino bagnate appena metà parte del semicerchio ottenuto e farcite i panzerotti con il condimento scelto. Richiudetelo su se stesso facendo aderire bene i bordi dapprima con le dita, quindi poi rafforzate la chiusura con i rebbi di una forchetta.

Fate friggere in olio cardo a 175°C. Servite caldi!

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: