La grande curiosità, e necessità, riguardo alla preparazione del pane senza glutine mi ha portato a questa nuova ricetta. Il risultato, per essere ahimè un pane senza glutine non è male. Crosta croccantissima interno strutturato e leggero, e soprattutto, nessun sapore di lievito.

Mi sono ripromessa di provare a farlo un giorno il li.co.li senza glutine, perché arrivati a questo punto mi incuriosisce davvero tanto provare a fare un pane senza glutine a lievitazione naturale.

Per ora però mi accontento di lunghe lievitazioni con pochissimo l.d.b. Devo dire che il pane mi piace, ho avuto modo di provare il classico “pane bianco” senza glutine ormai trito e ritrito da tutti i più grandi marchi e quello che mi è sempre mancato è stato il profumo del “fatto in casa”. Insomma dico io, ma è possibile che, come per il pane classico, non ci sia la possibilità di riprodurlo in casa nella maniera più genuina possibile? Alla fine il pane imbustato è esattamente come quello normale, un po’chimico, un po’ senz’anima. Non so. Io nel dubbio, continuo a farlo a casa, d’altra parte prende davvero poco, pochissimo tempo.

Per una pagnotta senza glutine al miglio e semi

  • 300 g di Mix per Pane integrale Nutrifree
  • 100 g di farina Revolution per pane
  • 100 g di farina di miglio bruno integrale
  • 425 g di acqua tiepida
  • 3 g di l.d.b fresco
  • 25 g di olio extravergine d’oliva
  • 10 g di sale
  • 3 cucchiai colmi di semi misti di girasole e di lino
  • farina di mais (fine) per lo spolvero

Procedimento

  1. In una ciotola, mescolate tutti gli ingredienti ad eccezione del sale, che metterete per ultimo. Lavorate bene facendo amalgamare bene tutti gli ingredienti. Coprite con canovaccio o pellicola, e mettete a lievitare a temperatura ambiente per un minimo di 8 sino a un massimo di 15 ore. Con questo quantitativo di l.d.b i tempi a temperatura ambiente sono questi. Qualora voleste utilizzare il frigorifero i tempi si allungano (18/24 ore).
  2. L’indomani prendete l’impasto e rovesciatelo sulla spianatoia sulla quale avrete spolverato la farina di mais. Eseguite due classiche pieghe “stretch and fold” e mettete a lievitare nuovamente in un cestino da lievitazione spolverato con farina di mais, con la parte di chiusura verso l’alto, per circa 1 ora al riparo da correnti.
  3. Nel frattempo fate riscaldare la pentola in ghisa nel forno a 250°C.
  4. Quando la pagnotta sarà pronta, incidetela con il rasoio, ribaltatela nella pentola, richiudete con coperchio e fate cuocere a 250°C per i primi 20 minuti.
  5. Abbassate quindi la temperatura del forno a 220°C, togliete il coperchio, e proseguite la cottura per altri 20 minuti.
  6. Togliete il pane dalla pentola e lasciatelo per altri 5 minuti a 200°C sulla grata del forno.
  7. Sfornate e addossate il pane alla parete della cucina, in modo che i suoi vapori esalino verso l’alto.
  8. Attendete che il pane sia freddo prima di tagliarlo.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: