Certi prodotti o ingredienti non hanno bisogno di presentazioni. Possiedono tutto. La perfezione della natura, e una bontà indescrivibile. La filosofia del “raw food” si presta perfettamente a loro, infatti non sempre la cottura è la via ideale per gustarli.

Oltre a perdere la loro brillantezza ma anche la loro consistenza, vanno a perdere certamente nutrienti fondamentali, senza i quali abbandonerebbero senz’altro parte del loro fascino, ovvero, del loro sapore.

Sono una grande appassionata dei cavoli. Le note crucifere, appartenenti alla varietà delle brassicacee. Sono fenomenali. E mentre per gli altri, la cottura, anche breve, non riesco ad escluderla, il cavolo cappuccio rosso per me è solo crudo. Lo taglio sottile, e lo condisco con una vinaigrette al miele. Per me, è il modo migliore di gustarlo.

Vi occorre:

  • un cavolo cappuccio rosso biologico
  • 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 4 cucchiai di aceto di riso
  • 2 cucchiai di miele d’asfodelo
  • sale in fiocchi o fleur de sel anche sale marino va benissimo
  1. Affettate finemente il cavolo, sciacquatelo sotto l’acqua.
  2. Nel frattempo in un barattolo con tappo, versate tutti gli altri ingredienti e agitate vigorosamente.
  3. Aprite il barattolo e versate la vinaigrette al miele sul cavolo.
  4. Servite accompagnando magari con qualche uovo, delle fette di pane tostato o della carne stufata o arrosto.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: