Una tarte deliziosa da fine pasto, i gusti? nocciole, cioccolato e mele. Una delizia dai sapori e colori autunnali che vi saprà sicuramente coccolare in modo speciale.

Per la pasta frolla (da una ricetta reinterpretazione di una ricetta di Luca Montersino)

  • 125 g di farina 180 W “00” db
  • 125 g di farina finissima di nocciole tostate
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di tuorli
  • 1/2 bacca di vaniglia Bourbon

Lavorate nella planetaria il burro morbido freddo a cubetti con lo zucchero a velo e la vaniglia. Unite a filo i tuorli e completate con le farine setacciate. Fate riposare il composto in frigorifero per almeno 3 ore.

Stendete la pasta portandola allo spessore di 1 cm e adagiatela sulla teglia imburrata leggermente.
Cuocete in bianco avendo l’accortezza di bucare la base e di ricoprire la pasta con della carta stagnola e quindi appesantirla con dei fagioli secchi, che aiuteranno la frolla a non scende sui bordi.

Fate cuocere a 190°C per 8-9 minuti con la carta, quindi eliminate la stagnola e proseguite la cottura sino a completa colorazione.

Per il fondo della torta:

  • 2 mele granny smith
  • 30 g di burro
  • un cucchiaio di Marsala
  • 2 cucchiai di zucchero tipo Muscovado .
  • Caramellate le mele affettate sottilmente in padella con tutti gli ingredienti. Flambate col marsala e disponetele, dopo averle fatte raffreddare, sul fondo del guscio di frolla. 

Per la ganache al cioccolato : 

  • 230 g di panna liquida fresca 
  • 50 g di glucosio (oppure 25 gr. di glucosio + 25 gr. di zucchero invertito o miele d’acacia)
  • 180 g di cioccolato fondente al 70%
  • 450 g di panna liquida fresca 

Nota: Prepara la ganache il giorno prima di utilizzarla

Fate bollire i 230 g di panna con il glucosio. A parte fate fondere a bagnomaria il cioccolato su cui verserete la panna calda a più riprese mescolando con una spatola di gomma. Unite quindi gli ulteriori 450 g di panna fredda e mescolate sino ad ottenere un composto omogeneo e lucido che dovrà riposare una notte in frigo.

Il giorno dopo la ganache sarà pronta per essere montata leggermente con le fruste o con la planetaria. Finite quindi la crostata con la ganache al cioccolato e decorate i bordi della torta con la granella di nocciole.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: