Non mi è mai piaciuto vantarmi ma, va’ che roba! Ci tengo a specificare che questa pizza senza glutine non ha nulla da invidiare a quella della pizzeria, e, nel mio caso specifico vista la mia esperienza direi non tanto positiva, sono assolutamente certa che la mia sia molto meglio! Fare una buona pizza senza glutine, per chi decide di proporla nella sua pizzeria, dovrebbe essere un gioco da ragazzi ormai. Invece la mia esperienza mi ha vista testimone di un prodotto sottilissimo, gommoso, che a malapena ha visto il calore del forno, che vuol significare cruda. Insomma un mezzo disastro. Da lì, dopo una prima fase di disperazione perché che mondo sarebbe senza la pizza (?), con un po’di ricerca e applicazione ho trovato una prima soluzione nell’affrontare l’argomento pizza senza glutine fatta in casa, con risultati più che soddisfacenti.

Il mix che ho utilizzato è a dirla tutta, un preparato per pinsa, già di natura povera in glutine. Avevo voglia di farcirla però come una pizza classica, non post cottura insomma come si fa con una pinsa o con una pizza romana.

Cercando possibili soluzioni qua e là, su libri, riviste, e il web ho trovato appunto questo mix, che potete acquistare qui . E soprattutto nessun segreto, il mix di ingredienti lo potete leggere nella scheda del prodotto.

Il risultato è davvero speciale, provatelo!

Gli ingredienti che vi indico sono utili per realizzare 4 pizze :

Per il condimento a voi la scelta, ognuno ha la sua preferita alla fine 🙂 io ne ho fatta una bianca, con mortadella aggiunta fuori dal forno, e una con tutti gli ingredienti in cottura con salsa al pomodoro, bufala, acciughe e olive.

  1. Nella ciotola dell’impastatrice con frusta a foglia mettete farina e lievito.
  2. Incorporate l’acqua.
  3. Quando sarà completamente assorbita unite l’olio.
  4. Unite per ultimo il sale.
  5. Fate lavorare in tutto circa 8/10 minuti.
  6. Lasciate l’impasto nella ciotola della planetaria, togliete il gancio, coprite con un panno doppio e lasciate puntare in questo modo per circa 40/45 minuti. (in un ambiente a temperatura di 23/24°C).
  7. Trascorso questo tempo, prendete un tappetino in silicone, oliatelo accuratamente e versateci sopra l’impasto.
  8. Dividete con un tarocco in 4 parti.
  9. Riponete ciascuna in una piccola ciotola oliata.
  10. Riponete in forno spento a lievitare per circa 1ora e mezza.
  11. Munitevi di 4 teglie foderate di carta da forno oppure di tue teglie grandi se volete riempire tutta la teglia (in questo caso userete due panetti per ciascuna teglia).
  12. Spennellate con poco olio la carta da forno e ribaltatevi sopra il panetto di pizza.
  13. Delicatamente con i polpastrelli abbassate la pasta senza strapazzarla e portatela verso l’esterno, potete dargli la forma che preferite, ovale o rotonda.
  14. Preriscaldate il forno a 260°C, quindi farcite le pizze, qualora abbiate optato anche voi per la farcitura classica, altrimenti potete cuocere le basi bianche e poi farcirle dopo la cottura.
  15. Fate cuocere per circa 5/8 minuti o sino a doratura.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: