Un prodotto che chissà perché a vista, e a memoria, del muffin non ha alcun che né per quel che riguarda la forma, né per quanto riguarda quel che a noi più ci ricorda direttamente un muffin, ovvero, il suo sapore dolce. Insomma del muffin che noi tutti conosciamo porta solo il nome.

Molto più simile a un panificato, direi. Uno snack bread, una arepa venezuelana, una tigella, via. Un pane lievitato di piccolo taglio, perfetto per essere tostato e accogliere condimenti sia dolci che salati. Il re del brunch, ecco.

Ingredienti e dosi per 12 english muffins

  • 20 g di lievito di birra fresco
  • 280 ml di latte
  • 450 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 4 g di sale fino
  • semola di grano duro q.b
  1. Fate sciogliere il lievito nel latte, su di una spianatoia create una fontana con la farina lo zucchero e il sale.
  2. Al centro unite poco a poco il latte con il lievito disciolto e lavorate sino a che il composto diventerà ben omogeneo.
  3. Riponete in una ciotola e fate lievitare sino al raddoppio (1h e 30 circa)
  4. Trascorso questo tempo, prendete l’impasto e stendetelo sul piano con l’aiuto di un mattarello e portatelo a uno spessore di circa 1,5 cm.
  5. Con un coppapasta di 10 cm di diametro ricavate i vostri muffin. Pennellate la superficie con pochissimo olio, quindi passateli sulla semola rimacinata. Fateli riposare per 30 minuti.
  6. L’eccesso della pasta va impastato nuovamente e lasciato riposare almeno una mezz’ora prima di stenderlo nuovamente e ricavare altri muffin (che andranno poi fatti lievitare ulteriormente).
  7. Fate sciogliere una nocciolina di burro in una padella antiaderente quindi procedete a cuocere i muffins 4 per volta, circa 5/6 minuti su ogni lato.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: