Chi ama e conosce la cucina siciliana sa senz’altro che molto spesso nei piatti della tradizione una delle caratteristiche che spesso non manca è quella del contrasto dolce/salato.

Altrettanto spesso, è all’uva sultanina che viene affidato il compito di regalare al piatto la nota dolce, accompagnata spesso dalla frutta secca.

Non a tutti piace la nota dolce nel piatto salato, per me, è una combinazione talmente familiare che quasi non credo ci sia mai stato un momento in cui mi sia chiesta se effettivamente avrebbe potuto fare per me oppure no. Mi piace, l’adoro, non la sento solo quando la mangio, ma anche quando si prepara il piatto, rappresenta per me un’alchimia di profumi e sapori ineguagliabile, veramente tipica e distintiva della cucina siciliana.

Il mio couscous veloce, anzi, velocissimo, racchiude un buon numero di ingredienti d’ispirazione della cucina estiva siciliana; le melanzane, il basilico, le mandorle.

L’aggiunta del mirtillo disidratato sostituisce la classica uvetta sultanina. Fatta rinvenire in acqua fredda. Un bouquet generoso di basilico fresco, frullato con tanto olio d’oliva quanto basta a creare una salsa. Le melanzane, tagliate a tocchetti e anch’esse cotte in padella con l’olio d’oliva. Salate alla fine.

Le mandorle affettate, fatte appena tostare in forno. Niente di più. Qualche mio lettore l’ha già provato, e voi che aspettate!?

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: