Annunci

Avevo voglia di un po’ di primavera, e, non appena esplode la stagione non c’è posto migliore per respirarne un po’ il suo profumo se non quello della cucina e la riva del mare, e sotto le fronde di un albero..ma sai com’è…

Ci accontentiamo. Se siete amanti del genere questa vellutata fa al caso vostro.

Vi racconto un po’ come l’ho fatta, niente dosi al milligrammo, non siamo in pasticceria.

Per due persone

Sia le carote (circa 400g), affettate a rondelle, che le fave (circa 150g) tenere e fresche, sono state sbollentate in acqua salata per pochissimi minuti (1 minuto per le fave, 3 per le carote).

Finita questa fase sono state tuffate in abbondante acqua fredda e ghiaccio.

La fava è stata passata al mixer così com’è, un filo d’olio evo, sale e pepe.

Per la carota un trattamento un pochino diverso; l’ho fatta stufare per circa 5/8 minuti in un fondo di scalogno, olio d’oliva e un poco di brodo vegetale.

Alla carota ho aggiunto un mix di erbe aromatiche tritate fini al coltello (basilico, salvia, erba cipollina, menta e rosmarino). Correggete di sale e frullate tutto con il mixer.

La parte croccante è costituita da chips di cipolla croccante. (anche delle briciole di pane tostato vanno bene).

Ho finito il piatto con del formaggio caprino/robiola appena allungato con poco latte, delle fave fresche e erbette e una spolverate leggera di pepe.

Annunci

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: