Se esiste un dolce semplice, da credenza, del quale credo non ci si possa mai stancare, io sono assolutamente convinta che sia, almeno per me, la torta di mele.

Se poi, la ricetta in questione è quella del miglior pasticcere del mondo Iginio Massari siamo sicuramente sulla buona strada per gustarne una sensazionale.

Il profumo che si sprigiona in cucina durante la cottura è qualcosa di paradisiaco, come addentarne una fetta, infine.

Vi si squaglia sopra la lingua inebriandovi il naso di vaniglia, cannella e burro.

La proporzione fra mele e torta è praticamente perfetta, ha una texture soffice, golosissima. Ma non credo sia il caso di continuare con le parole.

Dovete assolutamente provarla!

Torta di mele della nonna, ricetta tradizionale del maestro Iginio Massari

Per una tortiera da 20 cm di diametro

150 g di uova
150 g di zucchero semolato
1 g di sale
1 baccello di vaniglia (io 1 e 1/2)
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
10 g di rum (facoltativo)
175 g di burro chiarificato fuso
4 g di lievito in polvere
150 g di farina debole setacciata
150 g di mele a cubetti

Fate sciogliere il burro in un pentolino a fiamma dolce. In una ciotola montate con la frusta in terza velocità le uova, lo zucchero, il sale, la vaniglia e il rum per 15 minuti. Il composto dovrà divenire ben chiaro, gonfio e spumoso.

Aggiungete la farina setacciata due volte con la cannella e il lievito in polvere.

Amalgamare il burro fuso e incorporare i cubetti di mele. Versare il composto in un anello di acciaio inox posizionato su un tappetino da cottura.

Oppure utilizzate uno stampo da 20 cm di diametro ben imburrato e infarinato.

Fate cuocere alla temperatura di 180 °C per 30/32 minuti.

Togliere dallo stampo e spolverare di zucchero a velo alla vaniglia.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: