Quando cambia il tempo, e si fa più fresco, le giornate diventano piccole e tediose, preparare una torta diventa terapeutico, come se tutta la gestualità che accompagna la sua preparazione assumesse connotati magici, capaci di trasportarti lontano con i pensieri e facesse riaffiorare tutti i ricordi che ti affollano la mente.

A volte capita anche a casa mia, si. Che ci sia un po’di silenzio dico. Il sottofondo migliore per ascoltarsi un po’. Così, mentre pesi lo zucchero, la farina, e imburri la teglia alla perfezione cercando di colmare ogni spazio, la tua testa va..si sorprende con ricordi di istanti passati, mentre nel frattempo ti chiedi, ma quante torte avrò mai fatto? Sembrano tutte uguali..ma no, non sono tutte uguali. Basta cambiare grammature agli ingredienti e i loro bilanciamenti e otteniamo masse medie, leggere, pesanti..etc..

La quattro quarti , pound cake per chiamarla all’inglese, è una torta originaria dell’Europa del nord che meglio identifichiamo con i paesi di Inghilterra, Francia e Germania. La torta prende il suo nome dal fatto che i componenti principali ossia burro, zucchero, farina e uova possiedono esattamente la stessa grammatura che, nella ricetta base, prevede la grammatura di 450 g circa.

Insomma un tripudio di dolcezza e calorie.

Ingredienti e dosi per uno stampo circolare da 18 cm

  • 150 g di burro (io chiarificato)
  • 140 g di zucchero semolato + 10 g di miele di acacia
  • 150 g di farina debole
  • 150 g di uova non fredde (circa 3 uova)
  • 4 g di lievito in polvere
  • 1 baccello di vaniglia
  • 60 g di uvetta ammollata e strizzata
  • mandorle in lamelle per la decorazione (facoltativo)

Una piccola nota prima di iniziare: L’uvetta va sempre lavata bene. Quindi se desiderate metterla in ammollo nel rhum ricordate che va preventivamente ammollata e quindi sciacquata accuratamente, quindi successivamente messa in ammollo nel rhum.

Generalmente è un tipo di massa che prevede il montaggio di burro con zucchero ma io ho voluto procedere diversamente.

Fate fondere il burro e mettetelo da parte. In una ciotola montate uova, zucchero e vaniglia per dieci minuti circa, sino a che il composto sarà diventato bianco e spumoso. A questo punto, unite la farina setacciata con il lievito e incorporate poco alla volta il burro fuso. Incorporate anche l’uvetta che avrete precedentemente asciugato e leggermente infarinato.

Versate il composto ottenuto in uno stampo imburrato e infarinato.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 190°C per 20 minuti, quindi abbassate la temperatura del forno a 180°C e proseguite la cottura per altri 20 minuti.

Potete anche velare il dolce con una glassa leggera fatta con acqua e zucchero a velo.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: