Può una delle più famose torte da credenza diventare un dessert elegante? La risposta è sì, ovviamente, ma con tutta la delicatezza del caso. La crema in abbinamento alle mele è quanto di più goloso possa esistere nel vasto panorama di dolci nazionali e non. Io, da parte mia, sono una grande fan di questo abbinamento e se poi, la torta in questione è davvero la più buona che potrete mai preparare, il gioco è fatto.

La ricetta della torta di mele della nonna del maestro pasticcere Iginio Massari se ancora non l’avete fatta, dovete immediatamente correre ai ripari e provarla. E’ qualcosa di inspiegabile, profumata, di un bel giallo oro, soffice, ma al contempo con una struttura stabile, al morso è fondente e avvolgente…e devo dire che con un filo di crema diventa ancora più irresistibile.

Per la torta vi occorrerà :

  • 300 g di uova
  • 300 g di zucchero semolato
  • 2 g di sale
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 20 g di rum (opzionale)
  • 350 g di burro chiarificato fuso
  • 300 g di farina
  • 300 g di mele a cubetti
  • 8 g di lievito in polvere

Per la spiegazione stavolta vorrei affidarmi proprio a lui :

Per la crema pasticcera alla vaniglia , tratta da, Iginio Massari, The Sweetman, edito da Mondadori.

  • 180 g di tuorli (circa 9)
  • 125 g di zucchero semolato
  • 40 g di amido di riso
  • 500 g di latte fresco
  • 1 baccello di vaniglia
  • scorza grattugiata di mezzo limone

Anche qui, vi affido ovviamente, alla sua spiegazione

Per ciò che riguarda la finitura, come potete vedere dalle foto, ho scelto di decorare la torta con una coroncina di crema, al centro le fettine di mela, cotte al microonde con una noce di burro e un cucchiaio di zucchero in un recipiente con coperchio a 600W per 4 minuti. Dopo averle adagiate al centro della torta le ho cosparse con poco zucchero di canna e fiammeggiate col cannello. Lucidate infine con gelatina neutra alimentare.

Ho completato con qualche piccola foglia d’oro alimentare.

14 Comments

  • Betty ha detto:

    A me é risultata troppo umida. Si sentiva troppo il burro. È giusto 350gr di burro con 300gr di farina? Grazie

  • betty ha detto:

    sì, altrimenti non vi avrei scritto. non c’è scritto di usare burro chiarificato nella ricetta

  • betty ha detto:

    comunque l’ho rifatta per scrupolo con burro chiarificato…è venuta uguale…

    • claudietta ha detto:

      Allora a mio avviso sbagli qualcosa perché la ricetta è perfetta!

      • betty ha detto:

        anche se non c’è scritto ho montato con lo sbattitore le uova e zucchero ed erano molto gonfie montate…non so cosa altro potrei sbagliare

      • claudietta ha detto:

        Già..non so come aiutarti perché io seguendo la ricetta del maestro passo passo ho ottenuto un buon prodotto..mi spiace cavoli

  • betty ha detto:

    io ho guardato gli ingredienti che ci sono nel video e non c’è scritto chiarificato, c’è scritto chiarificato nel tuo sito ma io gli ingredienti li ho presi dal video che avevo guardato x farla

Rispondi a betty Annulla risposta

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: