Come al solito, la stagione autunnale qui, tarda un poco a farsi sentire. Giusto la mattina si comincia a godere di una leggera brezza freschissima, una breve parentesi, ma molto piacevole. Non sono una grande amante del latte a colazione, però, ammetto che qualche volta, proprio quando le temperature iniziano a calare un po’, mi piace farne poco, appena macchiato e meglio, ovviamente, se con una fragrante fetta di torta da inzuppo .

Alla fine, quella del latte caldo, sembra essere la giusta fine per una fetta di torta ideata per la colazione. E questa, speciale, ricetta del maestro pasticcere Iginio Massari, è quella che fa proprio al caso vostro, se mai foste stati alla ricerca di una ricetta così.

Il segreto di una buona riuscita sta, come sempre, nella scelta della materia prima. Io mi raccomando sempre, non ha veramente alcun senso provare una ricetta con i cosiddetti se non ci si applica rigorosamente, in primis nella scelta degli ingredienti. Se usate vanillina al posto della vaniglia non meravigliatevi del retrogusto chimico e indigeribile poi. Il burro, chiarificato, ormai si trova ovunque e, naturalmente privo di lattosio, si adatta a chi è intollerante. Le uova, fresche, e mai fredde. Insomma, basta rispettare piccoli, ma fondamentali step, e anche il dolce più semplice, saprà stupirvi in tutta la sua bontà.

Ingredienti e dosi per una tortiera da 24 cm di diametro. Ricetta liberamente tratta da “Iginio Massari, I dolci del maestro” edito da Italian Gourmet.

  • 250 g di burro chiarificato
  • 250 g di zucchero a velo
  • 1 baccello di vaniglia
  • 250 g di uova intere non fredde
  • 125 g di farina 00
  • 125 g di fecola
  • 8 g di lievito per dolci

Nella planetaria con lo scudo , montate il burro, lo zucchero e i semi di vaniglia.

Incorporate poco alla volta le uova, quindi, a pioggia, la farina setacciata insieme alla fecola e al lievito. Lavorate con una spatola.

Imburrate e infarinate la tortiera, quindi versate qui il composto ottenuto.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.

Il maestro consiglia:

Rimuovete la torta dallo stampo quando è ancora calda, spolverando leggermente il fondo con lo zucchero semolato per non far attaccare la torta alla carta in fase di raffreddamento.

Quando la torta sarà fredda spolverate con lo zucchero vanigliato.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: