Mi piace molto fare “il pane”, almeno, il mio tipo di pane 🙂 Ho sempre voluto fare un corso approfondito di “arte bianca” mi ha sempre affascinata devo ammetterlo. E io più che avere pazienza e rispettare la lentezza dei suoi tempi e utilizzare una buona materia prima altro non so fare.

Mi mancano completamente nozioni circa la sua “formatura”, grossa lacuna, soprattutto se consideriamo che in mancanza di questa risulta praticamente inutile avere un buon prodotto fra le mani. Insomma il risultato di un buon pane è frutto di conoscenza e della corretta concatenazione degli step fondamentali per riuscire ad ottenere quantomeno qualcosa che sia degno di essere chiamato tale.

E io, pur di appagare questa mia voglia di impastare mi ci intestardisco e riesco, nonostante i miei limiti, realizzo qualcosa di mangiabile.

Le chiocciole di pane sono assai facili da formare. Per quanto riguarda la farina fate sempre attenzione che sia una miscela di grani selezionati, che abbia un W, o una forza, compresa tre i 250 e i 280 speciale per tipi di impasti diretti, come il pane appunto.

Detto questo, questa la mia versione delle chioccioline allo strutto con 15 ore di lievitazione. Ho optato per un impasto diretto, senza starter o bighe varie, ma penso che ne proverò a fare anche così.

  • 1 kg di farina per pane (io molino Pasini)
  • 600/20 g di acqua a temperatura ambiente
  • 12 g di malto in polvere
  • 45 g di strutto (buono, mi raccomando)
  • 8 g di lievito di birra
  • 20 g di sale fino
  • olio d’oliva q.b

Impastate tutti gli ingredienti a mano sulla spianatoia, o nella planetaria, con il gancio, facendo attenzione a non far entrare in contatto il lievito col sale.

Lavorate sino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo, lievemente appiccicoso.

Fate riposare una notte in un contenitore con tappo, a temperatura ambiente.

L’indomani, sgonfiate sulla spianatoia bene l’impasto, e ottenete delle pezzature da 80 g ciascuna. A questo punto col palmo delle mani assottigliate l’impasto sino ad ottenere un filoncino abbastanza lungo.

Quindi arrotolatelo su se stesso e posate u una teglia coperta da un foglio di carta da forno, o meglio microforata con tappetino microforato.

Fate puntare a temperatura ambiente per un’ora circa o comunque sino a raddoppio.

Pennellate la superficie delle chiocciole con l’olio d’oliva e infornate in forno caldo a 180/190°C per circa 25 minuti (molto dipenderà dal vostro forno).

Lasciate intiepidire i panini e serviteli subito, altrimenti, fateli raffreddare completamente e congelateli in freezer ben protetti. Dureranno per una settimana.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: