Estate è tempo di cucinare. A me il caldo non ha mai creato grossi ostacoli, sebbene quest’anno ci stia dando dentro con maggiore forza. Con l’infinita scelta di frutta e verdura sarebbe un vero spreco non cimentarsi.

Per cucinare, non intendo stare ore e ore davanti ai fornelli roventi a preparare piatti elaborati. A ogni stagione il suo mood culinario. Quindi via a insalate di frutta, spesso elette a cena preferita, verdure gratinate al forno, con pangrattato eh, non besciamella 😀 , frullati di frutta, gelati, insalate di pasta, riso o altri cereali, insomma abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Ma quando si tratta di piccoli lievitati, non riesco proprio a smettere. Inoltre i tempi calorosi estivi vi permettono di ottenere ottimi prodotti, poco lievito, in tempi assolutamente ragionevoli. Gli impasti raddoppiano il loro volume nella metà del tempo che impiegherebbero durante l’inverno, così, dopo aver impastato, affare che spesso e volentieri affido alla planetaria, si tratta di aspettare, formare le palline e infornare.

Insomma niente di impegnativo se vi piace l’articolo.

Il bagel è una pasta lievitata tipica della cucina ebraica e polacca. Un pane soffice all’interno, e leggermente croccante all’esterno per via della breve bollitura in acqua e bicarbonato prima della cottura al forno.

Ingredienti e dosi per 15 bagel

  • 250/260 g di farina manitoba (io molino Pasini)
  • 200 g di farina di grano tenero
  • 50 ml d’acqua tiepida
  • 225 ml di latte tiepido
  • 25 g di burro morbido
  • 8 g di lievito di birra
  • 1 uovo di medie dimensioni + uno per spennellare
  • 3 g di zucchero
  • 4 g di sale
  • bicarbonato q.b
  • semi di sesamo bianche e neri q.b
  • semi di papavero q.b
  • fior di sale q.b

Setacciate le farine e mettetele nella ciotola della planetaria.

Unite il latte tiepido, lo zucchero, e il lievito fresco. Impastate brevemente il composto, quindi unite anche l’uovo (che dovrà essere a temperatura ambiente).
Sciogliete il sale nell’acqua appena tiepida e unitelo al composto poco alla volta.

Per ultimo unite il burro ammorbidito a piccoli pezzi. Fate lavorare la planetaria sino a che otterrete un impasto molto liscio e morbido.
Ungete una ciotola con poco olio e qui mettete l’impasto a lievitare un paio d’ore a temperatura ambiente sino a che non avrà raddoppiato il suo volume.

Quando il composto sarà lievitato, dividetelo in palline di circa 75-80 g ciascuna (60 g per piccoli panini da buffet), allargate ciascuna pallina fino a che prenderà la forma caratteristica a ciambella.

Adagiate i bagel su carta forno e lasciate lievitare per altri 30 minuti.

Portate a lieve bollore abbondante acqua e unite un cucchiaino di bicarbonato.

Tuffate i bagel delicatamente nell’acqua e lasciateli per 30 secondi circa.

Pennellate i bagel con un uovo appena sbattuto e cospargete con i semi di papavero, cumino, sesamo, sale e infornate subito in forno preriscaldato a 220°C per 12-15 minuti circa, vaporizzando un po’ d’acqua nel forno per i primi 5 minuti.

I bagels saranno pronti quando saranno di un bel colore dorato.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: