Tra tutti i miei “deboli” culinari, le torte a base di mandorla, assumono un posto di altissimo rispetto.

Adoro la mandorla. Profumo, gusto, consistenza, e tutto il bagaglio di ricordi che con essa si accorda quando l’annusi, l’assapori e la mordi.

Questa è la versione delle mie amandines, hanno una spiccata nota fruttato-cremosa data dalla presenza del cremoso di albicocca all’interno dell’impasto, e, ovviamente una nota di bosco, data appunto dalla mandorla.

Una versione diversa, diciamo, tutta mia.

Per 6 tortini medi

  • 100 g di farina di mandorle
  • 45 g di burro
  • 80 g di zucchero semolato
  • 90 g di uova intere + 10 g di tuorlo
  • 15 g di farina 00
  • 30 g di biocremosa all’albicocca Zuegg
  • lamelle di mandorla q.b

Fate sciogliere il burro in un pentolino, fiamma dolce.

Mescolate la farina di mandorle con lo zucchero e le uova sino a che la pasta sarà diventata liscia e omogenea.

Terminate incorporando la farina 00 e infine il burro fuso.

Imburrate appena le formine o le coccotte, dove andrete a versare l’impasto, e adagiate sul fondo e sui bordi le lamelle di mandorle.

Versate quindi l’impasto e fate cuocere in forno caldo a 175°C per 12-15 minuti.

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: