Adoriamo usare i prodotti di stagione. Non fosse altro per la magia che consiste nell’aspettare che una nuova stagione ci porti nuovi profumi e nuovi ingredienti.

Assecondare la stagionalità della natura nell’elaborazione di un’idea, sia essa semplice o sofisticata è un momento fondamentale nella proposta di un piatto.

Chi mi legge da tanto sa bene che ho sempre mal sopportato chi si ostina a proporre le mitiche “melanzane a Dicembre” e così a seguire frutta e verdura direi esageratamente fuori stagione.

Ora è Gennaio. GENNAIO. Sapete che ho visto le FRAGOLE al supermercato?

Io a Gennaio inizio a sognare solo di sentirne il profumo, fantasticare su qualche abbinamento, segnarmi idee da usare al momento giusto. Non trovate anche voi che sia una cosa terribilmente deliziosa la stagionalità degli ingredienti?? Lasciatemi aspettare Maggio, allora sì, forse comprerò le fragole..accipicchia, che ansia fanno venire oh.

Il piattino di oggi GRIDA all’inverno. Finocchi, spinacini, songino, e poi la parte golosa, quella che ci coccola, un ovetto barzotto con tuorlo semi cremoso (il mio forse è andato poco più in la ma mi pare di ricordare un cambio pannolino..) e un crumble, un croccantissimo crumble al prosciutto di Parma.

Come mio solito, vi racconto la ricetta.

I finocchi tagliateli a piccoli spicchi e lavateli accuratamente, fateli cuocere al vapore, vi ci vorranno circa 20 minuti.

Per preparare il crumble al prosciutto di Parma invece, vi occorrono;

  • 120 g di farina 00
  • 35 g di burro
  • 50 g di prosciutto crudo di Parma dop tagliato grossolanamente
  • un cucchiaio generoso di parmigiano reggiano grattugiato
  • sale e pepe
  • una tazzina da caffè d’acqua fredda

Fate amalgamare il tutto in un food processor ad eccezione del prosciutto.

Unitelo solo alla fine, quando si saranno formati dei bei bricioloni.

Fate cuocere il composto, che andrete a sbriciolare ulteriormente con le mani, su una teglia ricoperta di carta da forno, per 10 minuti circa a 180°C.

Per quanto riguardo l’uovo invece, procedete con la cottura a lotti di due per volta.

Partendo da acqua fredda, a partire dal bollore contate 4 minuti. Avrete un albume sodo e un tuorlo cremoso.

Se vi piace l’aceto di mele, o l’aceto in generale, sappiate che si sposa benissimo con i finocchi. Potete preparare una vinaigrette da utilizzare per condire anche il resto dell’insalata. Non dimenticate sale e pepe e la proporzione di due cucchiai d’aceto ogni quattro d’olio extravergine d’oliva!

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: