La mia frolla preferita. Affidabile al 100%. Neanche l’umido del frigorifero riesce a intaccarla.
Rimane croccante e profumata come il primo giorno.

Per la pâte sable noisette (una ricetta di Frédéric Bau)

240 g di burro
4 g di fior di sale
165 g di zucchero a velo
55 g di farina di nocciole tostate del Piemonte IGP
100 g di uova
120 g di farina db
350 g di farina db

Per la crema:

400 g di crema dolce di ricotta o ricotta di pecora passata al setaccio fine
200 g di zucchero a velo
100 g di  crema spalmabile bianca a base esclusivamente di cioccolato bianco, Nocciola* ed Olio di Oliva Venchi (vedi scheda prodotto )

Fragole fresche per la finitura

La sera prima;
Procedete con un primo impasto composto da: burro pomata, morbido ma non sciolto, il fleur de sel, sciolto in un cucchiaio d’acqua, lo zucchero a velo, la farina di nocciole, le uova e la quantità di farina più esigua.
Non montate, lavorate brevemente ma fate comunque in modo che il tutto sia omogeneo.
Incorporate il resto della farina, lavorate poco e in fretta.
Disponete il composto tra due fogli di carta da forno, mettete in frigorifero per una notte.
Il giorno dopo:
Rivestite gli stampi per tartelettes con la sablè noisette stesa a uno spessore di 1/2 cm.
Bucherellate il fondo, ricoprite con carte forno e riempite con delle perle in ceramica o ceci e proseguite con la cottura in bianco a 165°C sino ad ottenere un colore leggermente ambrato.
Mescolate insieme tutti gli ingredienti per la crema e colate quest’ultima all’interno delle tartellette.
Completate con delle fette di fragola.

3 Comments

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: