Mi sa che un cake così non ha bisogno di tante spiegazioni..quella che vedete lì è una di quelle torte che al morso vi fa tornare indietro a quando eravate piccini, proprio come si sente Anton Ego alla prima forchettata di ratatouille nel ristorante di Gusteau.
La ricetta è molto mooolto semplice, così come il gusto che ne consegue. 
Friabile e una punta cremosa al palato, profumata e poi con la glassina sopra…vabè ..solo per chi ama le cose semplici..
150 g di farina debole
150 g di burro (di buona qualità)
150 g di zucchero semolato
1/2 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino raso di estratto di vaniglia / o una punta di coltello di polpa di vaniglia in bacca
3 uova medie
10 fragole 
Per la finitura:
Mirtilli q.b
5 cucchiai di zucchero a velo
1 cucchiaio di latte
Rivestite uno stampo da plumcake di circa 22 cm di lunghezza con della carta da forno.
Accendete il forno alla temperatura di 175°C.
Fate sciogliere il burro e lasciatelo raffreddare (ma non sino a solidificarsi nuovamente, dovrà essere tiepido)
Tagliate le fragole dando loro la forma che più vi aggrada.
Montate uova (a temperatura ambiente) e zucchero per circa 3/4 minuti.
Unite la vaniglia, poi il burro e quindi la farina setacciata insieme al lievito.
Con una spatola, unite delicatamente le fragole a pezzetti.
Infornate subito e fate cuocere per circa 25/30 minuti, o comunque sino a colorazione.
Preparate la glassa mescolando zucchero a velo e latte.
Disponetela sul dolce solo quando sarà ben freddo.
Completate con dei mirtilli sparsi qua e là..

Secondo me, mirtilli e fragole a parte, siete in tempo a prepararla per la colazione di domani..sfido io che non abbiate del cioccolato a casa da fare a scagliette…;)

Buona serata bistrottini!

8 Comments

Rispondi

CLAUDIA AMBU COPYRIGHT © 2010. ALL IMAGES ARE PROTECTED UNDER COPYRIGHT LAW. CREDIT THIS WEBSITE WHEN USING ANY IMAGES ON PINTEREST AND EMAIL REQUESTS FOR ANY OTHER USAGES, INCLUDING BLOGS.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: